Violenza intrafamiliare

 

Con la Delibera della Giunta Regionale 1677/2013 e il Piano Antiviolenza regionale 2016, la Regione Emilia Romagna definisce la violenza maschile contro le donne nelle relazioni di intimità un problema sociale e culturale per il contrasto del quale sollecita l’impegno di tutti i soggetti, istituzionali e non, coinvolti nella presa in carico sia delle vittime che degli attori.

Questi indirizzi si richiamano alla normativa europea in tema di contrasto della violenza contro le donne e in particolare al Trattato di Istanbul (2013) e, a livello nazionale, al più recente Piano Antiviolenza Nazionale (2015).

Dal 2014 ASC InSieme fa parte del gruppo metropolitano per l’implementazione delle Linee di indirizzo regionali per l’accoglienza e la cura di donne vittime della violenza e per l’accoglienza e la cura di bambini/e e adolescenti vittime di maltrattamento e abuso. All’interno di questo gruppo sono stati elaborati l’Accordo metropolitano per la realizzazione di attività e di interventi di accoglienza, ascolto e ospitalità per donne che hanno subito violenza e una serie di incontri formativi e di presentazione delle attività di prevenzione e di intervento per il contrasto della violenza contro donne, bambini/e e adolescenti (educazione al genere, intervento su uomini che agiscono violenza, raccordo tra attività per donne e attività per bambini/e e adolescenti all’interno dei Centri Antiviolenza e dei Servizi).


Il gruppo specialistico sulla violenza intrafamiliare di ASC InSieme

Coerentemente con questo quadro, all’interno di ASC InSieme, è stato avviato un percorso formativo con la collaborazione di Giuditta Creazzo sulla violenza maschile contro le donne nelle relazioni di intimità e l’elaborazione condivisa con le scuole del territorio di strumenti per la rilevazione in ambito scolastico e la segnalazione di casi di maltrattamento e abuso di persone di minore età.
La costituzione di un gruppo specialistico sulla violenza intrafamiliare all’interno di ASC InSieme risponde a una scelta di responsabilizzazione e di posizionamento dell’Azienda nei confronti della violenza intrafamiliare.
Il gruppo è uno spazio di confronto, di condivisione, di autoformazione e di supervisione.
Il gruppo è inoltre il luogo dell’individuazione di strategie di riconoscimento e di prevenzione e dell’elaborazione e dell’esercizio di pratiche di intervento antiviolente.
La sua costituzione intende sottolineare che il riconoscimento e l’intervento in situazioni di violenza sono più sostenibili, e più efficaci, se supportate da un patto di corresponsabilità tra più operatrici/tori e diversi ruoli/funzioni operative.

 

A questo link il documento integrale.
A questi link gli allegati al documento integrale: allegato 1, allegato 2, allegato 3.
A questo link la presentazione del gruppo specialistico.
A questo link la scheda per la domanda di consulenza.